mercoledì 13 settembre 2017

Apple e i luoghi comuni



Ogni volta che Apple presenta un nuovo iPhone, la solita storia, sui Social si scatena la guerra dei luoghi comuni e delle frasi fatte che si ripetono ad ogni evento. 

"Avete scelto quale rene vendere per acquistare l'iPhone?" 
"Ormai ci vuole un mutuo per comprare un telefono" 

Ma il top è quando leggo: 

"Avreste pensato 20 anni fa che avreste pagato un telefono 3 milioni di lire?"

A parte che stiamo parlando di poco più di 2.000.000 , a parte che 20 anni fa non avrei mai pensato di pagare un caffè e una brioche al bar quasi 4000 lire, così come non avrei mai pensato di pagare un quotidiano quasi 3.000 lire. 
A parte che l'iPhone (come molti smartphone) non è più solo un telefono.
In un unico apparecchio troviamo infatti uniti computer, fotocamera, agenda elettronica, radio, enciclopedia portatile, quotidiani, contapassi, stereo, intrattenimento, torce, previsioni meteo... eccetera eccetera eccetera. 
A parte che questo divario con altri smartphone c'è se le caratteristiche sono diverse, così come esistono da sempre le utilitarie e le Porsche o le Ferrari, senza dimenticare che il Samsung Gakaxy note 8 è stato presentato a 999 euro un prezzo quindi superiore all'iPhone 8. 

Quindi di che cosa stiamo parlando? 
Del nulla. 
Come spesso accade sui Social. 

Pertanto se potete permettervelo, se non rubate i soldi per comprarvelo, se fate qualche sacrificio rinunciando a qualche vestito, una borsa, dei trucchi per risparmiare e comprarvi l'iPhone dove sta il problema? 
Questa "guerra" contro la Apple e l'iPhone in particolare davvero non la capisco. 
Ognuno si compri quel che vuole, con buona pace di tutti. 

Io amo i prodotti Apple come sapete e quando potrò acquisterò probabilmente l'iPhone X perché è bello, perché per me è un gioiello, perché mi attira tutto ciò che è tecnologico, perché così come non mi ha fatto impazzire l'app l'Apple watch - che non ho mai acquistato - questo nuovo prodotto invece mi sembra una novità e un ottimo strumento su cui puntare. 

Un ultimo pensiero: 
Da ex fumatrice ogni tanto mi piace rammentare quanti soldi spenderei in un anno per le sigarette e nel rallegrarmi per aver vinto una delle sfide più utili per la mia salute mi ritrovo a 
constatare che, in questi 10 anni Apple, i miei device li ho pagati in sigarette non fumate. 
Che soddisfazione. 

Lo so che è dura uscire dai luoghi comuni ma provare a fare uno sforzo ogni tanto? Perché non è solo l'Apple Event ma tante e tante quotidianità che ci raggruppano in greggi spinti qui e là da invisibili forze. 
Pensiamo con la nostra testa, non seguiamo sempre il solito web che critica spesso senza riflettere, che critica senza conoscere. 

Che critica a prescindere.

4 commenti:

  1. Concordo.
    Sono entrata nel mondo degli smartphone e dei tablet tramite Android. Non mi trovavo così bene come decantavano i più, ognuno ha i suoi gusti ma trovavo che ciò che più li faceva sentire legati era l'odio e lo sfottò verso Apple. Non capivo, se a me non piace qualcosa non perdo certo tempo a giudicare, criticare, sputare veleno. A che pro? Chi si comporta così, rispetto qualsiasi cosa e/o argomento, non è persona che sta bene. Ha problemi, e anche grossi.
    Vedevo, e vedo e sempre vedrò, che il 90/95% dei possessori di Apple lo è solo perché fa 'pheego'. Non hanno la più pallida idea di ciò che hanno in mano, non lo conoscono, non lo sfruttano. Comincia a valere anche per Samsung e altri brand sempre più blasonati. Sinceramente fa un po' vergognare e non è piacevole essere purtroppo accostato a siffatti soggetti.
    Stanca di Android (vissuto su due LG, tre Nexus di cui due tablet e uno smartphone, un Samsung), nel 2016 ho deciso di passare ad Apple. Prima iPad e poi iPhone. Ho trovato il mio mondo. Sono ciò che mi serve, ciò con cui mi trovo meglio. Li sfrutto come e più che posso. Sono compagni del quotidiano per mille e più cose. Non so se tornerò indietro, nella vita non si sa mai nulla. O quasi. Perché so che sono stanca e nauseata da tutto questo sfottere, dalle prese in giro, da frasi come 'buttalo nel cesso'. La gente è sempre più arrogante, egoista, maleducata. La gente andrebbe eliminata, purtroppo nella maggior parte dei casi.

    PS: qui in alta Lunigiana oggi giornata di pioggia intensa. Dopo mesi e mesi e mesi di caldo e siccità, ne avevamo bisogno. Evviva l'autunno! (per ora ancora meteorologico, quello astronomico arriverà il 22.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ogni tua parola. Grazie di questo commento perchè completa perfettamente il mio post.

      PS adoro questa stagione, ne avevo tanto bisogno.

      Elimina
  2. Io non uso prodotti Apple per una scelta in parte libera ed in parte obbligata. Non mi posso permettere una Ferrari, non amo il lusso come tale ma lo ammiro come comodità, quindi non lo demonizzo. Le mie scelte non cadrebbero in ogni caso su vestiti o borse firmate, e trucchi per risparmiare già ne metto in atto diversi, ma quanto risparmio non è detto che poi debba impiegarlo per uno strumento costoso come lo è anche, evidentemente, un Samsung Gakaxy di alta gamma. Una cosa che un pò mi infastidisce? Che occorra quasi essere adepti per avere un prodotto esclusivo Apple, che certamente potrebbe, se volessero, costare leggermente di meno. Ma queste chiamale pure invidie, non me la prendo. Del resto io guardo ad altre cose materiali di valore, come una casa o un'auto che funzioni anche se non un modello di lusso. Non ho pay tv, spendevo moltissimo in libri, magari in viaggi, un tempo, anche in giocattoli. Il caffè oggi poi per me costa troppo, come costano troppi i quotidiani (ed infatti ne vendono sempre meno). Questione di scelte insomma... Chi li ha spenda i soldi come vuole. Sarebbe bello anzi che tutti potessero averli, e scegliere liberamente come spenderli...Silvano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con quel che dici. Sono scelte, anch'io preferirei che i prodotti Apple costassero meno. Quello che posso dirti è che non farei mai debiti per acquistare un iphone se non potessi permettermelo. Lo troverei assurdo. Detto questo Apple e i suoi device mi hanno cambiato la vita, ho amato il primo iphone e sono passata a MAC anche per il PC. Capisco che la "passione" incide sulla scelta di acquistare i prodotti APPLE ma mai e poi mai giustifica non acquistare beni primari per avere lo "status" questo no.

      Elimina