mercoledì 24 maggio 2017

Cose che ci risparmieremmo volentieri



Ormai la notizia da mettere in evidenza in TV o sulle testate giornalistiche è la violazione di qualunque regola generale di buon senso 
Solo ieri, in bella evidenza a Striscia La Notizia, Flavio Insinna  che mostra il peggio di se filmato di nascosto da una squallida persona che (probabilmente per denaro) ha venduto alla TV concorrente le infelici e volgari esternazioni del conduttore. Conduttore che non guarderemo più con gli stessi occhi anche se penso che chi l'ha filmato e "venduto" sia peggio di lui.
E volevamo farci mancare le immagini tristi del ciclista Dumoulin che al Giro d'Italia, in preda ad urgenze intestinali, si ferma e scende nel campo ad evacuare immortalato dall'elicottero ed esposto a pubblico ludibrio con tanto di circolino rosso ad evidenziare la sua esatta posizione se mai fosse sfuggita ad un osservatore distratto? 
Gogne mediatiche che davvero vorrei non vedere e poi ci stupiamo se a scuola i ragazzi prendono in giro il compagno che cade o meglio ancora lo fanno cadere per riprenderlo e deriderlo pubblicamente. 
Perché dovremmo stupirci? Glielo stiamo insegnando noi. 
C'è una società malata che gode delle disgrazie altrui.

Giuro che quando vedo queste cose - e potrei continuare a lungo - vorrei vedere incenerito qualcuno da un fenomeno d'ira vendicativo simile a quello di Carrie -lo sguardo di satana - derisa sotto la doccia al suo primo ciclo mestruale. 

Nessun commento:

Posta un commento